Insalata Belga Come Si Coltiva?

L’insalata belga la potete seminare nell’orto da marzo a luglio, potete seminarla a spaglio ma consigliamo sempre di farlo per file. In questo caso si mettono file distanti tra loro almeno circa 20 cm e poi si lasciano 15 cm tra le piantine. Il terreno deve essere ben lavorato.

Quando si pianta la belga?

La semina può avvenire a marzo o a luglio, a file parallele, su un terreno ben lavorato. L’irrigazione dovrà essere costante. La forzatura è utilizzata per ottenere i caratteristici “cespi a fuso”, dolci e croccanti, che caratterizzano l’indivia belga.

Dove viene coltivata l’insalata belga?

L’indivia belga, Cichorium endivia, è una verdura a foglia commestibile della famiglia delle Asteraceae (Composite) largamente coltivata in Belgio, diffusa in tutto il mondo è apprezzata per la croccantezza e il sapore delle sue foglie ricche di nutrienti.

Quando si pianta indivia?

Prima semina: da metà febbraio alla fine di marzo in letto caldo; Seconda semina: da maggio a giugno in semenzaio; Terza semina: da luglio ad agosto in semenzaio.

Come si pianta l indivia?

Come e quando seminare l’indivia e la scarola

In semenzaio la semina si esegue in luglio-agosto. Nelle zone più fredde la semina può avvenire in gennaio-febbraio sotto tunnel freddo. La semina a pieno campo si esegue a file distanti 30-50 cm, su cui poi si opera un diradamento a 20-30 cm.

Perché si chiama Insalata Belga?

L’indivia belga ha questo nome perché nata dalla sperimentazione botanica effettuata da un agricoltore di origine belga nella seconda metà dell’800.

Come mettere a dimora le piantine di insalata?

Come si semina la canasta

Da gennaio si può iniziare in semenzaio, per poi trapiantare sotto tunnel. Febbraio e marzo sono invece mesi adatti alla semina sempre in semenzaio per poi trapiantare in campo, mentre a partire dal mese di marzo e fino a metà maggio si può mettere il seme direttamente nel terreno dell’orto.

See also:  Come Si Chiama L Insalata Russa In Inglese?

A cosa fa bene la belga?

L’indivia belga è inoltre una discreta fonte di vitamine A, C e del gruppo B ed è anche un’ottima fonte di acido folico (vitamina B9), essenziale per il benessere dell’apparato cardiovascolare e molto importante in gravidanza per uno sviluppo ottimale del nascituro.

Dove si trova la indivia?

L’indivia belga appartiene alla famiglia delle Asteraceae, genere Cichorium. Dal nome stesso, è originaria del Belgio, ma oggi viene coltivata in quasi tutta Italia. Si trova spesso sulle nostre tavole, sia sotto forma di insalata che cotta.

Chi prende il Coumadin può mangiare l’insalata belga?

Forse avrete già sentito dire che se assumete un anticoagulante, come il Coumadin (warfarine), dovete cessare o quantomeno diminuire il vostro consumo di verdura verde, poiché contiene troppa vitamina K.

Quanto piantare la scarola?

Coltivare scarola: quando e dove

In genere si consiglia la prima semina da metà febbraio a fine marzo in letto caldo, la seconda semina da maggio a giugno in semenzaio e la terza semina da luglio ad agosto in semenzaio.

Come si pianta la scarola?

Indivia scarola

  1. TRAPIANTO: distanza tra le piante: cicorie da cespo 30-40 cm sulla fila e 40 cm tra le file.
  2. CONCIMAZIONE: con stallatico maturo nel periodo invernale e concime NPK e compost al trapianto.
  3. IRRIGAZIONE: dopo l’attecchimento attendere che il terreno sia asciugato prima di una nuova irrigazione.

In che luna si semina la scarola?

Luna crescente: seminare a dimora carote, cicoria, scarola, radicchio, fagioli e fagiolini, spinaci, cicoria; trapiantare peperoni, cavoli, melanzane e pomodori. Luna piena: potare i getti del fusto delle piante da frutto.

Come si coltiva l indivia riccia?

Come coltivare l’indivia riccia da taglio

See also:  Insalata Cicoria Come Mangiarla?

La distribuzione dei semi si esegue di solito a spaglio, ma è consigliabile seminare a righe distanti tra loro 8-12 centimetri. La quantità di seme impiegata va in genere da 3 a 4 grammi per metro quadrato, o poco di più.

Come coltivare l indivia riccia?

Indivia riccia

  1. TRAPIANTO: distanza tra le piante: 30-40 cm sulla fila e 40 cm tra le file.
  2. CONCIMAZIONE: con stallatico maturo nel periodo invernale e concime NPK e compost al trapianto.
  3. IRRIGAZIONE: dopo l’attecchimento attendere che il terreno sia asciugato prima di una nuova irrigazione.

Come si raccoglie l indivia?

Per la raccolta delle piante di indivia si procede nel recidere completamente la pianta alla base del colletto sotto l’attaccatura delle foglie, in questo modo di ottiene un cespo intero senza staccare singolarmente le foglie, per questa operazione il più delle volte è necessario scansare il fogliame più esterno e

Leave a Comment

Your email address will not be published.