Come Essiccare Erbe Aromatiche In Forno?

Come Essiccare Erbe Aromatiche In Forno
Essiccare le erbe aromatiche in forno – La tecnica dell’ essiccazione in forno è quella che ho usato più spesso negli anni passati. Anche in questo caso le erbe aromatiche vanno ben pulite ed asciugate e poi vanno disposte su una teglia e messe in forno a bassa temperatura per diverse ore o comunque, anche in questo caso, fino a quando le erbe saranno ben secche e si sbricioleranno.

Come si fa a far essiccare le erbe aromatiche?

Erbe aromatiche al sole: il metodo naturale per l’essiccazione – Essiccare erbe aromatiche all’aria aperta è di certo una delle pratiche più antiche per conservare a lungo le spezie e usarle a piacimento in cucina. Essiccare erbe aromatiche all’esterno significa contare solamente sul sole e sulle correnti d’aria per fare in modo che l’acqua contenuta nelle piante evapori poco per volta: un metodo che più naturale non ce n’è.

  • Per essiccare timo, rosmarino, maggiorana, origano, e in generale tutte le piante aromatiche di cui si recuperano interi rametti, dovrete preparare dei mazzetti da appendere a testa in giù in un ambiente areato, non soggetto alla luce diretta del sole e privo di umidità.
  • Se invece il raccolto è composto principalmente da foglie, come nel caso dell’alloro, del basilico rosso, dell’erba cipollina, del prezzemolo, della salvia o delle innumerevoli varietà di basilico nostrano, la migliore soluzione è quella di sistemare le aromatiche su una grata a maglie larghe che permetta il passaggio dell’aria tra il raccolto.

Anche in questo caso è bene riporle in ambienti senza umidità, ben areati e possibilmente a debita distanza dalla luce diretta del sole.

Come essiccare la lavanda in forno?

Sconsigliamo vivamente di essiccare la lavanda nel forno o al sole. Solo l’essiccazione lenta, a temperature sotto i 40 gradi, consente di conservare i preziosi e volatili ingredienti. In caso di essiccazione al sole la pianta perde anche il suo bel colore.

See also:  Forno Versilia Come Si Usa?

Come essiccare il basilico con essiccatore?

Preparazione –

Lavate le foglie di basilico e asciugatele molto bene con un canovaccio. In alternativa, se avete la certezza che sia stato coltivato in una zona pulita, spolverate le foglie con una panno morbido e asciutto. Tagliate le foglie dal gambo e distribuitele, man mano, nelle griglie dell’essiccatore, evitando di sovrapporle. Programmate l’essiccatore a 55° per 5 ore e mezza, inserite le teglie, chiudete lo sportello e avviate l’ essiccazione delle foglie di basilico, Trascorso il tempo di essiccazione, lasciate raffreddare le foglie di basilico, dentro l’apparecchio. Adesso il vostro basilico essiccato è pronto, trasferite le foglie in un barattolo di vetro con tappo a vite, pigiando bene le foglie dentro. Conservate il barattolo di basilico in una dispensa fresca e buia. CONSIGLI: potete approfittare di essiccare più varietà di erbe aromatiche contemporaneamente. Prezzemolo, erba cipollina, origano, timo avranno tutti lo stesso tempo di essiccazione. Salvia e rosmarino richiederanno, invece, 6 ore di essiccazione, sempre a 55°. Temperatura consigliata per tutte le erbe aromatiche.

Come asciugare il basilico velocemente?

Come essiccare il basilico con il forno a microonde –

  1. Lavate e fate asciugare molto bene le foglie di basilico.
  2. Prendete ora un foglio di carta assorbente da cucina e distribuite le foglie di basilico senza sovrapporle.
  3. Coprite con altro foglio di carta assorbente e fate asciugare nel forno a microonde alla massima potenza (800w) per 2 minuti.
  4. Tirate fuori, eliminate la carta assorbente e lasciate le foglie di basilico ad asciugare ulteriormente sopra un tagliere all’aria per farli perdere eventuale umidità rimasta.
  5. Le foglie di basilico essiccate potete conservarle dentro un barattolo in dispensa cosi intere oppure ridurle in polvere semplicemente con le mani.
See also:  Quanti Watt Consuma Un Forno?

Come essiccare prezzemolo e basilico?

ESSICCAZIONE SOLARE Adagiare le foglioline su un vassoio forato sotto con della carta cucina e fare a strati. Coprire con una busta di carta (solo sopra e lo assicurato con delle mollette) faccendo dei fori con uno stuzzicadenti e mettere sotto il sole per circa 4 giorni avendo cura di portarlo dentro la sera.

Come si fa la polvere di rosmarino a casa?

Preparazione –

Prendete ogni rametto di rosmarino dalla punta e, andando controverso, si porta via con due dita tutti gli aghi, gettando il ramo centrale. Lavate e asciugate bene. Mettete gli aghi di rosmarino tra due pezzi di carta forno e per due minuti alla potenza di 1000 W fate seccare nel microonde. Il rosmarino deve seccarsi e non bruciare. Ora potete tritare. Per una polvere più fine passatela con un passino. Otterrete così la polvere di rosmarino, una polvere di un verde intenso e molto profumata che si conserverà,chiusa in un barattolino di vetro, per oltre un mese.